Liceo Linguistico, Liceo delle Scienze Umane, Liceo delle Scienze Umane
con opzione Economico-Sociale

MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, DELL' UNIVERSITA' E DELLA RICERCA
IM "M.T. Varrone" Cassino

03043 - Viale Europa, 28 - tel. 0776.21662 - fax 0776.326282
frpm070002@istruzione.it - frpm070002@pec.istruzione.it
Codice fiscale 81004170601 - C.M. FRPM070002 - Distretto n° 59 Ambito n° 20


Scuola in chiaro diventa unapp

Scuola in chiaro diventa un'app

Per supportare ed integrare le iniziative di orientamento delle scuole il MIUR ha ideato l’applicazione Scuola in Chiaro in un’app. È stato creato un QR Code, associato ad ogni istituzione scolastica sede di Istituto principale, che dà la possibilità non solo di accedere con i propri dispositivi mobili alle informazioni principali sulla scuola, ma anche di confrontare alcuni dati già presenti nel sistema informativo con quelli di altre scuole del territorio. Per l’utilizzo dell’applicazione è necessario disporre di una app per leggere i QR code che sono già stati assegnati alle scuole e dunque sono attivi. In questa prima fase di avvio l’applicazione prende in considerazione i dati relativi ai risultati scolastici, ai risultati a distanza, alle caratteristiche del personale docente, alle strutture scolastiche.

Il Vescovo incontra la Scuola

Il Vescovo incontra la Scuola

Ci sono circostanze nelle quali si ha la chiara percezione di ricevere qualcosa che ha molto a che fare con la propria vita, con le attese e le domande che ci si porta dentro, qualcosa di non banale, che può, insomma, lasciare una traccia nel percorso individuale e comunitario alla ricerca di significati. Una di queste occasioni è stata, senza dubbio, l'incontro tenutosi il 4 dicembre a Cassino, presso la Sala degli Abati, aperto ai dirigenti scolastici, agli insegnanti e agli studenti sul messaggio del Vescovo Gerardo  Antonazzo “La scuola dei miei sogni ...e dei miei desideri” per l'anno scolastico 2018/2019. In tempi in cui convegni e conferenze sui temi più svariati rischiano di moltiplicarsi senza far presa sulle convinzioni e sugli interessi delle persone, in una gremita Sala degli Abati, si sono ascoltate parole molto importanti e coinvolgenti. E’ scaturito un vero e proprio confronto sulle problematiche dei giovani e della scuola e sulla necessità di intessere un’alleanza educativa. Il primo ad intervenire è stato don Nello Crescenzi, responsabile diocesano per la pastorale scolastica, che ha sottolineato il desiderio del mondo degli adulti di mettersi in ascolto dei giovani per costruire un confronto aperto e sereno, capace di cercare, insieme, la verità all'interno di un'alleanza educativa autentica. Successivamente è intervenuto il Vescovo Gerardo Antonazzo, il quale ha dichiarato che i giovani gli stanno molto a cuore e che la complessità del mondo giovanile non deve scoraggiare, ma stimolare la sfida educativa per trasformare le criticità in preziosità. Ha proposto la figura di Mosè come icona biblica dell'insegnante educatore che è chiamato a spronare, consolare, incoraggiare, mediare, amare, dare la vita. Ha preso la parola, infine, il professore Bernardo Starnino, dell'Università di Cassino e del Lazio Meridionale, docente di Pedagogia sociale e della famiglia, sul tema “Sogni, desideri e realtà ... una sfida educativa”. Per incidere sulla realtà, ha detto, bisogna coltivare i sogni belli non quelli brutti, come fanno tante persone che silenziosamente lavorano e fanno andare avanti il mondo con il senso del dovere e la consapevolezza del servizio. Ha invitato i giovani a stupirsi davanti alla bellezza, alla bontà e alla verità di cui ognuno è portatore. Giunto il momento del confronto, in una cornice di confidenza e di libertà, gli studenti hanno preso la parola con audacia e serietà sorprendendo positivamente tutti i presenti. Hanno dimostrato di essere aperti al discernimento critico e alla valutazione pacata delle situazioni e delle opinioni. È stato detto che la scuola è attraente quando si riesce a fare esperienza di bellezza, quando le riserve di stima e di fiducia sono alte, quando gli insegnanti sono capaci di comunicare ai loro studenti uno sguardo sulla vita e sul futuro capace di resistere a tutte le delusioni e ad ogni smentita dei fatti.   Prof.ssa Bibiana Massaro

Premio di Poesia Donato di Brango

Premio di Poesia "Donato di Brango"

Il  Liceo  Linguistico,  Liceo  delle  Scienze  Umane,  Liceo  Economico  –Sociale    “Marco  Terenzio Varrone”,  per  l’anno  scolastico  2018/2019,  con  il  patrocinio  della  provincia  di  Frosinone,  del Comune di Cassino, con il contributo della   Banca   Popolare  del   Cassinate, della   libreria   Bruno Gerini,   indice la  7a Edizione  del  Premio  Poesia  “DONATO  DI  BRANGO ” , aperto agli studenti delle classi seconde e terze di  tutte le Scuole Secondarie di Primo Grado statali e paritarie del cassinate e dei comuni limitrofi delle province di Frosinone e di Latina. Il Premio è nato dalla volontà di onorare la memoria del prof. Donato Di Brango, un uomo innamorato del suo mestiere di educatore e  sempre attento ai bisogni formativi degli studenti. La sua attività  di  docente,  svolta  con  dedizione  presso l’Istituto  Magistrale Statale “Marco Terenzio Varrone” di Cassino, ha lasciato al mondo della scuola un’eredità significativa, che rivive oggi in nell’ iniziativa culturale che celebra la poesia, a cui il prof. Di Brango sempre riconobbe il merito di ricoprire un ruolo privilegiato nella promozione della comunicazione e della formazione umana .  


LOdissea degli Internati Militari Italiani nei campi di sterminio

L'Odissea degli Internati Militari Italiani nei campi di sterminio

Al Liceo Varrone si è discusso di IMI, internati militari italiani, grazie alla presentazione dell’interessante lavoro “L’odissea degli internati militari italiani della provincia di Frosinone” realizzato da Erasmo di Vito e Francesco Di Giorgio con la collaborazione del Centro Documentazione e Studi Cassinati e l’intervento della Banca Popolare del Frusinate. Alla presenza del Dirigente scolastico prof.ssa Filomena de Vincenzo, dell’Assessore alla cultura del Comune di Cassino e degli autori, del responsabile del Centro Documentazione prof. Gaetano De Angelis e della Banca popolare, gli studenti Valentino Stefano, Dilena Anastasia, Rosito Francesca hanno letto alcuni passi suggestivi del libro. Le studentesse De Simone Francesca, Marino Andrea, Serafino Sara e Sinagoga Francesca del V A Ling. hanno presentato una ricognizione storica sul fenomeno degli IMI in Italia e una riflessione sul ruolo di questi soldati nella Resistenza al nazi-fascismo.

Manifestazione Unicef

Manifestazione Unicef

Questa mattina, presso il Liceo “M.T. Varrone” di Cassino,si è svolta una Manifestazione dell'UNICEF in occasione dell'Anniversario della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Gli alunni del Liceo "Varrone" hanno preparato dei lavori e un Khaoot a tema per gli ospiti degli Istituti Comprensivi I, II e III di Cassino che, a loro volta, hanno presentato poesie, riflessioni e momenti musicali di grande effetto. Il D.S.dei tre Licei, prof.ssa Filomena de Vincenzo, ha accolto l'arrivo della Marcia, partita dal Parco "Baden-Powell" e le autorità intervenute, tra cui il Sindaco di Cassino Carlo Maria D'alessandro e l'Assessore alla Cultura Maria Iannone, il Vicario dell’U.S.R. Lazio, Dott. P. Malandrucco, la Presidentessa provinciale e dell'UNICEF Lucia Favilla e la dott.ssa Simona Campagna, psicologa dell'Ufficio Garante Regione Lazio. Un sentito ringraziamento al Dirigente Scolastico prof.ssa Filomena de Vincenzo, alla prof.ssa Alessandra Giannitelli per l'organizzazione dell'evento, alla prof.ssa Antonella Scaramuzzo e alle sue due classi II A Ling. e II C Ling., alle studentesse che hanno curato l'organizzazione della sala e alle ragazze del Team Tecnologico Studenti del Varrone.

Noi gli Uomini di Falcone

Noi, gli Uomini di Falcone

"Per poter fare la guerra alla mafia occorre essere uomini liberi. Ai ragazzi dico oggi di essere sempre liberi". Lo ha detto il Generale dell’Arma dei Carabinieri Angiolo Pellegrini, protagonista, sabato 27 ottobre 2018, nell'auditorium del Liceo “M. T. Varrone” di Cassino, di un incontro dedicato alla presentazione del suo libro “Noi, gli Uomini di Falcone – La guerra che ci impedirono di vincere”, evento che ha aperto un percorso di educazione alla legalità rivolto agli studenti dei tre Licei. Presenti all'iniziativa, oltre al Generale Pellegrini, comandante della Sezione Antimafia di Palermo dal 1981 al 1985, uomo di fiducia del Pool antimafia di Falcone e Borsellino, autore di alcune delle più importanti indagini nei confronti di Cosa Nostra, il Dirigente Scolastico del “Liceo M. T. Varrone” di Cassino, la prof.ssa Filomena de Vincenzo e il Segretario del Partito Democratico di Cassino Marino Fardelli.  


Insieme per tradurre Incontro allUnicas

Insieme per tradurre. Incontro all'Unicas.

Bellissima esperienza dei ragazzi delle classi 5AL, 5BL e 3AL presso l' Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale. Il gruppo di studenti del Varrone ha assistito a una lezione di traduzione del Prof. Tomaiuolo presso la sede della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere. Il docente nei giorni passati aveva sollecitato alcuni insegnanti del Varrone chiedendo di poter incontrare gli alunni del Liceo Linguistico per una lezione di traduzione. Le docenti hanno accolto con entusiasmo l’offerta e si sono adoperate per la realizzazione di questa attività. Oggi, 24 ottobre, le tre classi accompagnate dalle Prof.sse Rivera, Pittelli e Valente si sono recate nella sede di Via Folcara dove il Prof. Tomaiuolo ha tenuto la sua lezione mantenendo  vivo l’interesse degli studenti per tutta la mattinata, chiedendo anche il loro contributo nella traduzione di alcuni testi letterari, in questo caso un passaggio tratto dal romanzo di Jane Austen e un passo di “Jane Eyre”, nonchè guidandoli nella "mediazione" da una lingua all’altra.

La notte Bianca dei Les

La notte Bianca dei Les

Anche quest’anno i LES partecipano alla Settimana dell’educazione economica e finanziaria, che si tiene dal 22 al 26 ottobre 201,8 dando vita, il 26 ottobre alla Notte Bianca dei Licei Economico Sociali.  La Notte Bianca dei Licei Economico Sociali è un’iniziativa che unisce a distanza tutti i Licei Economico Sociali coinvolti: in tutte le scuole si svolgono iniziative di promozione e di sensibilità verso i temi dell’economia, dell’educazione civica e fiscale e tutti i partecipanti sono coinvolti in laboratori, workshop,animazioni e spettacoli sul tema dell’anno: i nuovi diritti nel mondo globale. Il progetto prevede che ciascun istituto personalizzi la serata con le proprie iniziative sul tema dato, tenendo ferma la scelta comune di coinvolgere soprattutto gli studenti, che devono essere i veri protagonisti dell’evento. La Notte Bianca dei Licei Economico Sociali intende essere anche un modo alternativo e innovativo di fare scuola, di vivere insieme gli spazi, trasformati per l’occasione in sale d’incontro e di spettacolo, aperti al territorio e animati da tutta la comunità scolastica, che si apre al territorio.

Alternanza ScuolaLavoro in Farmacia

Alternanza Scuola-Lavoro in Farmacia

XII ed. INCONTRI A TEMA - speciale scuola-lavoro Medicine in casa Inizia la XII edizione degli “Incontri a Tema”, la manifestazione ideata dal dr. Sergio Ricciuti, titolare della Farmacia Europa di Cassino che si pone l’obiettivo di realizzare un ampio progetto di informazione e prevenzione. In questi dodici anni sono stati realizzati oltre 200 incontri, convegni ed iniziative tematiche nella sala polivalente della farmacia dove si sono alternati quasi cento diversi specialisti. “Negli ultimi anni con il progetto di alternanza scuola lavoro, richiesto da molti istituti, abbiamo cercato di realizzare un progetto interessante e formativo per i ragazzi. Certo, un programma troppo specifico può non interessare allo stesso modo i futuri medici, infermieri, biologi, farmacisti ecc. così abbiamo cercato di parlare di argomenti di interesse generale (cosa è una farmacia, chi è il farmacista, la ricetta medica, come si conservano le medicine in casa, come si usano e come si smaltiscono ecc.) e di argomenti legati allo specifico della professione del farmacista (le preparazioni galeniche, le autoanalisi, la telemedicina, la farmacia di turno ecc.) in modo da mettere i ragazzi in condizione di apprendere le nozioni essenziali per gestire, in tutta sicurezza, le medicine che sono in casa anche in presenza di bambini e persone anziane. La risposta è stata molto positiva ed abbiamo appena cominciato gli incontri con i ragazzi del Liceo Linguistico “Varrone” di Cassino che incontreremo nella mattinata dei prossimi sei giovedì. Ben ottanta studenti delle classi terze frequenteranno questi seminari nei quali avranno anche modo di incontrare la dottoressa Annamaria Di Blasio coadiuvata dai medici della Casa di Cura Sant’Anna che ha aderito con entusiasmo ad un progetto congiunto. Per quanto riguarda la parte farmaceutica –conclude il dr. Sergio Ricciuti- sarò, come al solito, supportato dalla collega Tiziana Trotta che parlerà prevalentemente delle preparazioni galeniche” Molto entusiasta del progetto è la direttrice dell’Istituto, la professoressa Filomena de Vincenzo che sottolinea “la collaborazione con il dr. Ricciuti e gli Incontri a Tema, sempre stimolante ed innovativa che va avanti da diversi anni ed è sempre stata molto apprezzata dagli studenti. Non a caso abbiamo dovuto portare da 40 ad 80 gli iscritti perché il corso è molto richiesto e questo è stato possibile grazie alla disponibilità del dr. Sergio Ricciuti, della dottoressa Annamaria Di Blasio e dei docenti tutti”. L'interessante progetto di Alternanza Scuola-Lavoro, che ha suscitato un grande interesse tra gli studenti coinvolti, è proposto e curato dalla prof.ssa Desirée Nora in collaborazione con la Funzione Strumentale preposta, prof. Mauro Carlomusto. Il corso è iniziato giovedì 18 ottobre e terminerà a fine novembre. Agli studenti ed ai loro docenti auguriamo buon lavoro.


Primo premio alla classe 3 A Ling

Primo premio alla classe 3 A Ling

Il Liceo Varrone ancora protagonista alla Settimana sulla Sicurezza sul Lavoro. Gli istituti scolastici di Cassino, in occasione della Settimana della Sicurezza, sono stati chiamati all'appello per partecipare ad un concorso sulla sicurezza sul lavoro. Gli allievi dei singoli Istituti si sono cimentati nei progetti che, dopo essere stati selezionati, sono stati premiati dalle diverse aziende del cassinate. Tra tutte le scuole si è messo in luce l'Istituto Magistrale M.T.Varrone: 7 ragazzi della classe III A indirizzo Linguistico, guidati dalla docente Maria Scappaticci, si sono aggiudicati il primo premio con il loro progetto relativo alla “Sicurezza Antisismica". Gli alunni e il Dirigente Scolastico, prof.ssa Filomena de Vincenzo, hanno ritirato l’importante riconoscimento. Un sentito ringraziamento va a tutti gli studenti delle classi terze del Liceo Varrone e ai proff. Desiree Nora e Lorenzo Miele, insieme alla prof.ssa Maria Scappaticci, per l’impegno profuso per tutta la durata dell’importante manifestazione organizzata dall’Azienda ASL di Frosinone. (Coletta Sara, 3 A Linguistico)

La Poesia al Varrone

La Poesia al Varrone

La Poesia al Varrone Anche quest'anno, come lo scorso anno, una nostra collega la prof.ssa Anna Maria Carcione ha visto una sua poesia scelta nell'ambito della VII Edizione del premio "V. Ceccani" e pubblicata nella omonima antologia tra le opere scelte. Vivissimi complimenti per l'ottimo lavoro e l'importante successo da tutti i Varroniani.    

Consegna credenziali rete GARR Eduroam

Consegna credenziali rete GARR Eduroam

Ci siamo!!! Anche il loro momento è giunto!! Giovedì 11 Ottobre 2018 alle ore 10.20 ci sarà, come ogni anno, la consegna ufficiale delle credenziali per l'accesso alla rete Internet del Liceo ovvero alla rete Rete GARR Eduroam agli studenti delle classi prime. Anche i NeoVarroniani potranno sperimentare da giovedì una didattica in classe con i loro Smartphone. Ancora una volta gli studenti del Team Tecnologico del Liceo saranno dei veri e propri tutor dei loro compagni più piccoli per aiutarli nella configurazione dei loro devices e per ricordare le regole per un uso corretto e consapevole della rete Internet.


Premio Internazionale Citt di Cassino Letterature dal Fronte

Premio Internazionale Città di Cassino Letterature dal Fronte

Venerdì 5 ottobre alle ore 10.00 presso l’Auditorium del Liceo Varrone si terrà la cerimonia di premiazione di Zachar Prilepin vincitore della XIII edizione del Premio Internazionale Città di Cassino Letterature dal Fronte con il romanzo “Patologie”. Interverranno il sindaco di Cassino Carlo Maria D’Alessandro, del presidente dell’associazione Letterature dal Fronte Federico Sposato, del dirigente della scuola capofila della rete Marcello Bianchi, del dirigente della scuola italiana statale di Atene Emilio Luzi, del dirigente del Liceo Francesco Petrarca di Trieste Cesira Militello. Presenterà Clara Abatecola segretario generale di Letterature dal Fronte. Nell’ambito della cerimonia verrà proiettato il filmato “La rivoluzione nello smartphone – la Rivoluzione Russa dal cinema all’audiovisivo”, un progetto pensato e prodotto dagli studenti della rete delle scuole di Cassino per Letterature dal Fronte con la guida e la regia di Daniele Di Sturco e la consulenza di Gianluca Vacca. Seguirà l’incontro degli studenti della rete delle scuole di Cassino con Zachar Prilepin e la Laudatio a cura di Natalia Popova Rugova con lettura della motivazione del Premio e la consegna del riconoscimento. Al termine della cerimonia ci sarà un momento di approfondimento dei canti popolari russi nell’interpretazione dell’Asdoe. Il coordinamento dell’incontro sarà affidato alla professoressa Ina G. Guarrera dirigente dell’Itis Majorana, nuovo capofila della rete delle scuole di Cassino per Letterature dal Fronte. Consulente dell’evento è Oleg Vassiliev.

Saluto del dirigente scolastico per avvio nuovo anno scolastico

Saluto del dirigente scolastico per avvio nuovo anno scolastico

Il suono della campanella ha segnato ufficialmente l’inizio del nuovo anno scolastico. Mi è gradito porgere il benvenuto innanzitutto agli studenti del primo anno e un saluto riconoscente ai genitori che hanno deciso di affidare alla nostra scuola i propri figli; un saluto di bentornato a tutti gli altri. Auguro a tutti un anno scolastico sereno e proficuo e colmo di soddisfazioni che rendono più gradevole l'arduo cammino del sapere. Una Scuola può funzionare se tutte le componenti funzionano. E la scuola, nonostante questo momento di grandi cambiamenti, è e rimane il luogo privilegiato in cui si istruisce e si forma la persona-studente, centro e perno di un rapporto educativo fondamentale e ineludibile, luogo ideale di crescita di cittadini responsabili. Essa rappresenta un ambiente educativo e di apprendimento in cui si trasmettono valori, si suscitano il gusto per la conoscenza e la scoperta, si valorizza l’intelligenza, lo stile cognitivo e la creatività di ciascun alunno. Perché questi obiettivi possano essere raggiunti, occorrerà che si stabilisca e si condivida un patto educativo forte, un contratto formativo in cui siano esplicitati con chiarezza e senza compromessi diritti e doveri di tutte le componenti: dirigente, docenti, studenti, genitori, personale Ata, senza confusione di ruoli. Ai docenti auguro di vivere il senso di appartenenza alla nostra istituzione scolastica, di condividere valori, prassi e idee in un clima di rispetto reciproco. Siete il fulcro di questa comunità educante, l’esempio cui tendere e al quale i ragazzi e i loro genitori sapranno riservare rispetto e stima. Non siate solo insegnanti eccellenti ma fonti d’ispirazione per i nostri ragazzi, affinché questi ultimi possano mantenere alta la motivazione ad apprendere. Non smettete mai di ascoltarli, di accogliere le loro richieste fornendo loro risposte concrete. Al Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi, e a tutto il personale A.T.A. auguro buon lavoro per il compito insostituibile di supporto necessario ed indispensabile al buon funzionamento della Scuola da svolgere in modo armonico e puntuale. Ai genitori, chiedo una collaborazione leale e continua, una vera alleanza educativa perché scuola e famiglia sono le due componenti fondamentali per una formazione scolastica ma anche umana la più completa ed organica possibile. Agli studenti chiedo impegno e studio continuo perché la scuola superiore richiede serietà, rispetto delle regole, comportamento consono alla scelta di un Istituto come il Liceo “Varrone”. Vi chiediamo, cari studenti, il rispetto per la Vostra scuola a cui vi dovrà legare il senso di appartenenza, il senso dell’amicizia leale e sincera; il rispetto per gli altri, per i compagni, per i “diversi” da voi, dal vostro modo di pensare e di essere, perché la diversità è una condizione esistenziale diffusa ma anche un valore importante con cui confrontarsi e dialogare. Io sono certo che non mi deluderete. Da parte mia e di tutto il personale, docente e non, vi assicuro che, come sempre, riceverete la massima cura e attenzione. Voi rappresentate il nostro patrimonio, la nostra speranza per il futuro. Buon anno scolastico a tutti.                                                                                       IL DIRIGENTE SCOLASTICO                                                                                   Prof.ssa Filomena de VINCENZO                                                                                                                   


Il Varrone a Bruxelles

Il Varrone a Bruxelles

Il Varrone a Bruxelles

Eccellenze esami di stato 2018

Eccellenze esami di stato 2018

Le eccellenze del Varrone a.s. 2017/2018


Noi IncludiAmo

Noi Includi-Amo

Manifestazione conclusiva progetto "Noi Includi-Amo"

Sulle orme di Monet

Sulle orme di Monet

Sulle orme di Monet

La Giornata dellalternanza

La "Giornata dell'alternanza"

Presentazione percorsi di alternanza svolti durante l'a.s. 2017/2018


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.